Monologhi teatrali femminili

Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello – Monologo della Signora Frola

Qual’è la verità? Vogliamo sapere tutto di tutti, quello che è realmente successo, il pettegolezzo non ci lascia dormire, è più forte di noi! Chiacchiere, curiosità insoddisfatte, misteri; attraverso quest’opera Pirandello vuole comunicarci che ci sono cose che non hanno alcuna importanza…. Signora Frola:  No, guardino! guardino! Non è, non è pazzo! Mi lascino dire! – Lo […]

Leggi altro
Monologhi teatrali femminili

La bisbetica domata: monologo finale di Caterina. Un po’ di sano maschilismo.

Caterina è un bel personaggio da interpretare. Una figura femminile caratterista, energica e anche divertente. Peccato per il monologo finale….scherzo, però in effetti quando diventa “domata” piace più agli uomini che alle donne. Mi raccomando questo è un monologo da dimenticare totalmente appena si scende dal palco 🙂 Però Shakespeare è sempre Shakespeare e quindi […]

Leggi altro
Monologhi teatrali femminili

Tratto da : “Revolver” di Isabella Santa Croce. “Perché questa vita è un revolver che ti devasta la faccia”

Isabella Santacroce è una scrittrice italiana che consiglio di leggere. Vi avverto che vi troverete di fronte ad un stile pungente, diretto, parole forti, frasi brevi, concise. Revolver è come un ” vaso di pandora” appena scoperchiato. Esce tutto di getto, con prepotenza. Vi riporto questo brano che secondo me potrebbe benissimo essere utilizzato come […]

Leggi altro
Monologhi teatrali femminili

SALOMÉ di Oscar Wilde: “E ti amo ancora, Iokanaan. Non amo che te… Ho sete della tua bellezza”

Non c’è nessun rumore. Non sento niente. Perché non grida, quest’uomo? Ah! Se qualcuno cercasse di uccidermi, io griderei, mi divincolerei, non vorrei soffrire… Colpisci, colpisci, Naaman. Colpisci, ti dico… No, non sento niente. C’è un silenzio orrendo. Ah! Qualcosa è caduto per terra. Ho sentito cadere qualcosa. Era la spada del boia. Ha paura, […]

Leggi altro