Monologhi teatrali maschili

The Libertine: monologo di Rochester. “Non ho alcuna intenzione di piacervi”

Rochester: Consentitemi di essere esplicito sin dall’inizio: non credo che vi piacerò. I signori proveranno invidia e le signore disgusto. Non vi piacerò affatto! Non vi piacerò ora e vi piacerò ancor meno in seguito. Signore, un avvertimento: io sono pronto a tutto! In ogni momento! Che sia merito o demerito, questo ora è difficile Continue Reading

La corda seria, la civile e la pazza! Monologo di Ciampa tratto da “Il Berretto a sonagli”

Ciampa: Non è questo, signora mia. Vuol che gliela spieghi io, la cosa com’è? Lo strumento è scordato. Beatrice: Lo strumento? Che strumento? Ciampa: La corda civile, signora. Deve sapere che abbiamo tutti come tre corde d’orologio in testa: (Con la mano destra chiusa come se tenesse tra l’indice e il pollice una chiavetta, fa Continue Reading

Monologo di Trigorin da “Il gabbiano” di Cechov: “Avevo paura del pubblico, lo temevo”

NINA La vostra vita è meravigliosa! TRIGORIN Ma che cos’ha di tanto meraviglioso? (Guarda l’orologio). Adesso devo andare a scrivere. Scusatemi, non ho tempo…(Ride). Avete toccato, come si suol dire, il mio punto debole, ed io comincio a turbarmi e a seccarmi un poco. Comunque, parliamone pure. Parliamo della mia splendida, luminosa vita… Beh, da Continue Reading

Il bicchiere della staffa di Harold Pinter – monologo iniziale di NICOLAS

Nicolas è alla sua scrivania. Si sporge in avanti e parla all’interfono. NICOLAS: Portatelo qua. (Si riaccomoda. La porta si apre. Entra Victor, lentamente. I suoi abiti sono laceri. È contuso. La porta si richiude dietro di lui). Salve! Buon giorno. Come va? Non vogliamo perder tempo vero? Tutto meno che questo. D’accordo? Lei è Continue Reading

About me

Sara

Ci sono luoghi magici, luoghi nella quale ti senti bene, luoghi che ti rendono felice, emozionandoti e facendoti sentire vivo. Per me quel luogo è il Teatro

Get new posts by email