La corda seria, la civile e la pazza! Monologo di Ciampa tratto da “Il Berretto a sonagli”

Ciampa: Non è questo, signora mia. Vuol che gliela spieghi io, la cosa com’è? Lo strumento è scordato. Beatrice: Lo strumento? Che strumento? Ciampa: La corda civile, signora. Deve sapere che abbiamo tutti come tre corde d’orologio in testa: (Con la mano destra chiusa come se tenesse tra l’indice e il pollice una chiavetta, fa Continue Reading

Monologo di Trigorin da “Il gabbiano” di Cechov: “Avevo paura del pubblico, lo temevo”

NINA La vostra vita è meravigliosa! TRIGORIN Ma che cos’ha di tanto meraviglioso? (Guarda l’orologio). Adesso devo andare a scrivere. Scusatemi, non ho tempo…(Ride). Avete toccato, come si suol dire, il mio punto debole, ed io comincio a turbarmi e a seccarmi un poco. Comunque, parliamone pure. Parliamo della mia splendida, luminosa vita… Beh, da Continue Reading

Il bicchiere della staffa di Harold Pinter – monologo iniziale di NICOLAS

Nicolas è alla sua scrivania. Si sporge in avanti e parla all’interfono. NICOLAS: Portatelo qua. (Si riaccomoda. La porta si apre. Entra Victor, lentamente. I suoi abiti sono laceri. È contuso. La porta si richiude dietro di lui). Salve! Buon giorno. Come va? Non vogliamo perder tempo vero? Tutto meno che questo. D’accordo? Lei è Continue Reading

Monologo tratto da “Basta che funzioni” di Woody Allen

Tratto da “BASTA CHE FUNZIONI” di  WOODY ALLEN 4 amici seduti fuori al tavolino di un bar Boris Yellnikoff:  Non sto dicendo questo, imbecille! Oddio, tu stravolgi completamente le mie idee amici: io…… Boris Yellnikoff:  ma perché perdo tempo a parlare con  tali idioti amici: Boris calmati Boris Yellnikoff: no, non mi dite di calmarmi, Continue Reading

MONOLOGO Iniziale di RICCARDO III – Gli intramontabili classici

RICCARDO III Monologo Ora l’inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di york, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell’oceano. Ora le nostre fonti sono cinte di ghirlande di vittoria,le nostre armi malconcie appese come trofei, le nostre aspre sortite mutati in Continue Reading

Monologo di Goldberg tratto da “IL COMPLEANNO” di Harold Pinter

GOLDBERG : Aspetta! (Allunga le braccia verso i braccioli iella sedia) Vieni qui. (McCann si avvicina a lui molto lentamente). Voglio il tuo parere. Guardami in bocca. (Spalanca la bocca) Guarda bene. (McCann guarda). Capisci quello che voglio dire? (McCann scruta bene). Lo sai che Io non ho mai perso un dente. Fin dalla nascita. Continue Reading