anna marchesini la sessuologa

Anna Marchesini

bravissima attrice teatrale, comica, scrittrice. Come dimenticare il famoso Trio – Anna Marchesini-Massimo Lopez-Tulio Solenghi! Sono entrati nelle case di 13 milioni di italiani negli anni ’90 con la famosa serie in cinque puntate sui Promessi Sposi.

E’ sempre stata per me una delle migliori, ed è per questo che stasera vi propongo un suo divertente  monologo,  probabilmente tra i più famosi: “La sessuologa


“Signore e signori buonasera, credo che ognuno di voi sia stato avvertito che qui si svolgerà un seminario di educazione sessuale, una serata di esperienze collettive, una… una… ammucchiata… ehm… un comune scambio di energie, al fine di chiarire a che punto siamo oggi e che cosa possiamo aspettarci dal sesso.

Quanti di voi sono soddisfatti della propria sessualità? (sguardo di attesa sulla platea muta). Spero sia timidezza! Senso del pudore…
Una statistica dice che il quarantatré per cento delle donne preferisce una bella notte di sonno a una notte d’amore: io non credo a tale percentuale, io credo… piuttosto…. ma molte più donne preferirebbero ma anche solo un pisolino… ma il coma!, pur di non… Del resto (secondo l’illustre sessuologo Kramer) il sesso familiare è perlopiù necrofilia: un cadavere che possiede un altro cadavere; la coppia è un po’ l’harem che passa la mutua.
Il settanta per cento delle coppie a un anno dal sì dice no al sesso, i pazienti lamentano che dopo il matrimonio fare sesso è un po’ come portarsi i compiti a casa.

Cos’è che non va?
Giuliana, una mia paziente sposata da undici anni, racconta: «Durante il rapporto sessuale con mio marito, io faccio di tutto; venerdì scorso mentre lui stava sopra di me sono andata in cucina a spegnere i broccoletti che buttavano di fuori – credo anche li abbia scolati, ora non ricordo bene – e poi mi sono rinfilata a letto mentre mio marito aumentava il ritmo. Non si è accorto di nulla!
«La sera spero sempre che non me lo chieda» racconta Dolores, sposata da quindici anni con Tonino. «A volte fingo di dormire e sento mio marito infoia… che vorrebbe met… con il membro du… dai che ti ridai, a forza di menarsel… perché prima fa un po’ da solo… poi me lo… si strusc… e cerca di ficc… che poi dato che gli rimane scomodo… perché io sono come un ciocco rigido, mi fa male e alla fine me lo… sì lo in… e risolve in quattro e quattro…» Sì, Dolores si produce in quella che scientificamente viene definita la «sveltina col cadavere».

Kristel, un’altra cara paziente tedesca che ha sposato un ex bagnino di Riccione e ha solo quarant’anni, racconta: «Non parliamo più, è molto frustrante per me, quando siamo a letto neanche una parola, un ansimo, un sospiro: quando gli faccio un pomp… nell’atto di prendergli… quando con la bocca gli su… gli… mi sembra di succhiare la traversa di una sedia».
Coraggio, Kristel almeno è duro! Ma quanto sono duri questi silenzi, quanto pesano!!!
E, del resto, non va meglio nell’esperienza di alcuni uomini che, non trovando più soddisfazione con la propria partner, alternano la masturba… il… sì, che se lo… facendosi delle gran… p… il sesso fai da te… (che certo presenta un vantaggio: nessuna da riaccompagnare, nessuna da consolare dopo) alla frequentazione sporadica o periodica di prostitute.
Ignazio, padre di tre figli, bancario da ventitré anni, sposato con Daniela, racconta: «Solo quando sono con Gilda mi sento appagato veramente, si risveglia la mia passione, il mio erotismo, Gilda sa come prendermi, è una vera forza della natura».
Tra l’altro io ho avuto il piacere di conoscere Gilda che di giorno fa Tito e lavora al porto di Civitavecchia.
Certo la quotidianità pesa, lo stress, vivere insieme ci fa sbraca… perdere quel fascino, quella attrazione… i difetti dell’altro ci diventano insopportabili.

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=Vi7rG4hWpXE]

«Il mi’ marito è un egoista, prepotente, nun fa niente a casa, me tratta male, vole solo comanna’; e poi è rumoroso, dottoressa mia!…» racconta Flora. «Quando soffia il naso pare che passa un circo, ma poi scatarra, smoccola e sputa… c’ha la prostata infiammata, piscia continuamente pure addosso all’albere, io non so ‘ndo’ guarda’, dice: “Te continua a cammina'”, ma ‘ndo’ vo?, porett’a me disgraziata, ‘na vergogna, dottoressa mia. Stia a senti’: ogni mattina quando se sveglia molla una scoreggia nel letto, co’ licenza parlando, me scuse!, ma potente, eh?!, un terremoto tutte le mattine e poi move le coperte pe’ falla svolazza’ via, ha capito come je dico!?

«Domenica si è alzato con il… sì, il coso dritto… insomma con l’alzabandiera dei giorni di festa, come dice lui; m’ha svegliato co’ quel coso in mano dicceee: “Serve niente?”, dico: “No, grazie”, dice: “Allora vado a piscia’…“. Uh, poretta a me, me scuse, con licenza parlando… quant’è rozzo… La mattina ce l’ha sempre mezzo… basa-notto che dice poi che la mattina non è niente, dicono che è uno sbalzo di pressione… me l’ha detto il dottore che è la prostata, dice che è un fatto idraulico, ma che c’entra l’idraulico, dottoressa mia, io mica so’ una lavatrice! Ma quanto me urta quel rumore di pipi che sembra uno scolo del serbatoio.

Poi il mi’ marito fuma, butta la cicca nel cesso e cerca di spegnerla col getto, che urto, dottoressa mia, ‘sto vizio, poretta a me disgraziata, nun ce la faccio più, mo gliel’ho detto, me dica qualcosina lei!»
Beh’, cara amica, non credo che abbia molta importanza stabilire di che natura sia il pipo duro… quando al mattino è turg… si verifica quel fenomeno di allungam… rigonfiam… scientificamente detto «erezione aurorale», qua siamo proprio alla frutta… ma possiamo lavorarci su, possiamo insieme a tuo marito – sempre che lo voglia -rieducarci al piacere, al rapporto di coppia, possiamo cercare…
«Tiene anche i calzini a letto!»
Cosa? Pure corti!? Ahia, ma ne hai parlato, gliel’hai detto che…
«E non si lava!!!»
Beh, allora… ecco questa, signori uomini, è una lamentela che purtroppo molte donne portano ai miei seminari.

«Mio marito vuole che glielo prenda in… glielo succ… ben bene che anche faccio il vuoto in bocca, che dice che così gode di più,» benone! «anche se però non odora sì, insomma, si può dire?, puzza… di pipì che io glielo dico sempre che lui mi dice «ma se me lo scrollo!», sì, ma scrollarselo non è pulirselo!»

Esatto, signori uomini, siete spesso molto preoccupati della dimensione e del funzionamento del c… del… vostro e molto meno della sua manutenzione; molte donne raccontano con pudore di far ricorso alla preziosa mentina, ottima tra l’altro per quel pizzicorino, ma che non risolve certo il problema.
«Anche perché a forza di… tutte quelle lappate con la lingua e su e giù un quarto d’ora mi si stanca la mascella, mi si inchioda la mentina su, mi si attacca che mi strozzo, poi nel momento che lui sta per veni… eia… buttare fuo… mi prende la testa e mi spinge che io sento soffocare, «ma che spinge!!!», io non ce l’ho l’apnea… mai avuta, che certe volte mi tiene pure per le orecchie, come un manubrio… io non mi riesco a togliere mai… certe bocconate di quella sbobba!»

Beh, senza scendere in particolari… comunque, cara amica, a questo proposito i manuali parlano di quantità pari… a un cucchiaino da te!

«Ma de che!!!»

In effetti anche secondo me…
«Scusi, dottoressa, mi vergogno a chiederlo davanti a tutti, ma che non è che magari quando ing… che mi va giù, mi cresce la barba datosi che..
No, signora cara, la sbobb… il… lo sp… quella mucillagine bavosa, scientificamente detto liquido seminale, ingoia… se per caso… deglutita non fa crescere il pomo d’Adamo, non fa ingrassare, non fa nulla… quindi non vedo perché uno la debba… Ma se non desiderate farlo, parlatene con il partner in modo che non ci siano malintesi. Troviamo il momento giusto (per parlare al nostro uomo), magari non subito dopo aver… anche perché dormirà di sicuro!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *