Finale dal monologo di Oriana Fallaci “Lettera a un bambino mai nato”

Un monologo tratto dalla prosa di Oriana Fallaci: “Lettera a un bambino mai nato“.
Un concentrato di circa un centinaio di pagine che divorerete (se non l’avete già letto), in mezza giornata. Di getto. Il classico libro che inizi e finisci perché non puoi fare a meno di smettere di leggere.

La maternità è un tema molto delicato, soprattutto in questo periodo dove le nascite sono sempre in calo, dove ancora nel 2018 in un Paese Europeo come l’Irlanda vediamo finalmente indetto il referendum per abolire l’emendamento 8 della Costituzione che proibisce l’aborto: il 70% degli irlandesi si proclama favorevole all’abrogazione dell’emendamento. Due su tre.

Siamo nel 2018.
Siamo in Europa.
Siamo donne che ancora devono lottare.
Contro i pregiudizi, i luoghi comuni, i “fantomatici” doveri. Quand’è che ognuno di noi sarà libero di poter scegliere cosa fare della propria vita senza essere giudicato, additato, escluso?

Se una donna vuole abortire deve essere libera di farlo, se vuole farsi praticare la fecondazione eterologa pure, se vuole adottare una bambino ed è single o convivente, idem.
Se una coppia omosessuale vuole adottare un bambino deve essere libera di farlo.
Basta con tutte queste stronzate morali ed etiche che non significano nulla. Ciò che conta sono l’amore, la convinzione delle proprie scelte e la responsabilità.
Il resto è “fuffa”.
Il resto sono solo sciocche e retrograde convinzioni.

Un testo difficile, intenso, indicato se volete cimentarvi in qualcosa di nuovo e forte.


“Poi cosa accadde?

Il mio pensiero si appanna…le mie palpebre sembrano piombo…E’ il sonno o la fine? Non devo cedere al sonno, alla fine. Aiutami a stare sveglia, rispondimi: fu difficile usare le ali?  Ti spararono in molti? Gli sparasti a tua volta? Ti oppressero nel formicaio? Cedesti alle delusioni e alle rabbie oppure rimanesti dritto come un albero forte?  Scopristi se c’è la felicità, la libertà, la bontà, l’amore? Spero che i miei consigli ti siano serviti. Spero che tu non abbia mai urlato l’atroce bestemmia “perché sono nato?”. Spero che tu abbia concluso che ne valeva la pena: a costo di soffrire, a costo di morire. Sono così orgogliosa d’averti tirato fuori dal nulla a costo di soffrire, a costo di morire. Fa davvero freddo e il soffitto bianco ora è proprio nero.

Ma siamo arrivati, ecco la magnolia. Cogli un fiore, io non ci sono mai riuscita, tu ci riuscirai. Alzati sulla punta dei piedi, allunga un braccio. Così. Dove sei? Eri qui, mi sorreggevi, eri grande, eri un uomo. E ora non ci sei più. C’è solo un bicchiere di alcool dentro il quale galleggia qualcosa che non volle diventare un uomo, una donna.

Perché avrei dovuto, mi chiedi, perché avresti dovuto? Ma perché la vita esiste bambino! Mi passa il freddo a dire che la vita esiste, mi passa il sonno, mi sento io la vita.

Guarda s’accende una luce…Si odono voci….Qualcuno corre, grida, si dispera….Ma altrove nascono mille, centomila bambini, e mamme di futuri bambini: la vita non ha bisogno né di te, né di me. Tu sei morto. Ora muoio anch’io. Ma non conta . Perché la vita non muore.”


CONSIGLIATI: Lettera ad un bambino mai nato

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?o=29&p=13&l=ez&f=ifr&linkID=532d1a1db9c03a4db6b9737094be60c7&t=pillole82-21&tracking_id=pillole82-21

Annunci

2 commenti

  1. Bellissimo questo monologo, lessi tanti anni fa il libro di Oriana Fallaci, stasera lo rileggerò grazie a te perché comunque voci come la sua, pure quella incattivita degli ultimi tempi prima della morte, mancano…

    Piace a 1 persona

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...