La signora col cagnolino di Cechov- Prima scena

La storia d’amore fra un cinico maschilista e una giovane timida collegiale. I personaggi di Cechov hanno tutti uno spessore e una caratterizzazione fantastica. Scritto nel 1899 “La Signora col cagnolino” è un testo che riadattato sarebbe ben trasportabile ai giorni nostri. Vi propongo la prima scena col consiglio di leggere il testo!

PRIMO TEMPO

La scena è vuota e buia. Entra un uomo vestito piuttosto modestamente, ma dall’aspetto e dal portamento testimonianti una costante ricerca di decoro e di dignità. Pur non essendo decisamente ubriaco, bisogna ammettere che i fumi dell’alcool gli han dato un poco alla testa e il nostro ondeggia leggermente.

L’UOMO

…Dire che sono ubriaco non sarebbe giusto… Ma dire che non ho bevuto sarebbe ancora meno giusto… Ho bevuto coscienziosamente. Prova ne sia… che sto ritornando tranquillamente a casa, senza l’appoggio di nessuno… come un onesto nottambulo… Cammino e medito… sull’Uomo e sul suo Destino… Forse questa è la dimostrazione che sono brillo?… Può darsi… Altro interrogativo che resterà senza risposta. Ma gli interrogativi senza risposta sono il tesoro dell’uomo!…L’Uomo!… Penso alla gioia del Padreterno, la prima volta, quando vide questo strano animale muoversi, fare i primi passi, metter fuori i primi suoni. Il primo uomo, questo neonato-adulto! Il Re dell’Universo! E per dimostrargli il suo compiacimento, l’Eterno Padre gli fece un regalo unico, eccezionale, la “Parola”. La parola che rilega ogni cosa e che governa il Mondo!… State attenti! E vedrete… vedrete come sono belli gli uomini, come sono grandi! Prima però bisogna che presenti la femmina dell’uomo.. Noi diciamo la donna… E questa parola “donna” è così piena di fascino, di grazia, di dolcezza che, solo a pronunciarla, ecco, mi vengono le lacrime agli occhi… Donna…

Appare una giovane donna. Sta lavorando – cuce, ricama – posa il lavoro in grembo e, lo sguardo illuminato, prende a dire:

LA DONNA

Un uomo, che cosa meravigliosa… Per una donna, incontrare un uomo, è scoprire il mondo… Cos’ero io prima di incontrare un uomo… Una signorina… dicevano graziosa, che sapeva cucire, cucinare, ballare… Andavo a sedermi su una panchina, al sole, in giardino… Prendevo il tè e guardavo ondeggiare i rami delle acacie cariche di fiori, fremere le argentee foglie dei pioppi… E la mia anima era come quegli alberi – piena di profumi e di sussurri, di fremiti leggeri… Che dolcezza… Che soavità!… e tutto si faceva e si disfaceva come le nuvole… Lievemente…Poi, un giorno, apparve Lui…

Testo completo–> La signora col cagnolino

Annunci
Sara

Appassionata di teatro, poesia e viaggi. La testa fra le nuvole e i piedi....pure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...