5 consigli per superare la paura del palcoscenico

Sipario chiuso, mancano pochi minuti e si va in scena, come vi sentite?

Terrorizzati? Vuoto di memoria, iniziate a pensare di voler scappare dall’uscita di sicurezza? Tutto nella norma! Durante i primi spettacoli/saggi è sempre così. L’adrenalina e la voglia di recitare si mischiano alla paura dando vita ad un cocktail esplosivo.

Con l’esperienza un pò passa, mai del tutto, dipende anche dal carattere e dall’indole della persona, ma un pò di “strizza” prima di uscire in scena è sempre costruttiva. La tensione e quel pizzico di paura, in giuste quantità, sono positivi, mantengono alta la concentrazione e sostengono l’energia che bisognerà tirar fuori sul palco.

Ci sono comunque dei piccoli trucchi che possono aiutare mentre dietro le quinte si aspetta tremando il proprio turno.

  1. Sedersi, respirare profondamente col diaframma e tenendo premuto il polso con l’indice e il medio dell’altra mano, contare i battiti del cuore. Questo esercizio aiuta a diminuire l’ansia da prestazione e a calmare il battito cardiaco. E’ importante fare l’esercizio per almeno cinque minuti con gli occhi chiusi in un angolo appartato.
  2. Ricordiamoci che è solo teatro e recitare è un gioco. Non stiamo per fare il trapianto di cuore a un bambino di cinque anni, mal che vada è solo una “recita” andata male.
  3. Il pubblico non conosce il copione! Dimenticare una battuta, tagliare il testo o uscire dalla regia, non è grave, se si riesce a riprendere il filo senza andare in panico il pubblico non si accorgerà neanche dell’intoppo.
  4. Arrivare allo spettacolo preparati. Avere un’ottima memoria ci renderà più sicuri e pronti a reagire, non solo ad un possibile nostro errore, ma soprattutto, come spesso capita nel teatro, ad intervenire prontamente anche negli intoppi degli altri attori.
  5. Ultimo consiglio, pensare che se siamo lì, dietro alle quinte pronti ad uscire in scena è perché lo vogliamo. Nessuno ci ha obbligati e se lo vogliamo possiamo farlo e bene!

La sicurezza la si acquisisce col tempo. Ricordo una volta, durante uno dei primi spettacoli, di aver avuto un vuoto di memoria che mi ha ipnotizzata per qualche secondo, (i secondi più lunghi della vita!), il panico, ma grazie all’intervento della mia collega siamo riusciti ad andare avanti. Nessuno se n’è accorto.

Capita. L’importante è non demoralizzarsi o riempirsi di autocritiche. Il teatro rimane e rimarrà lo spazio che ci rende felici e non frustrati, il luogo sacro dove prende vita la nostra creatività 🙂

 

Annunci
Sara

Appassionata di teatro, poesia e viaggi. La testa fra le nuvole e i piedi....pure.

4 risposte a "5 consigli per superare la paura del palcoscenico"

      1. Non so se si possa dire che faccio teatro… dirigo un gruppo di ragazzi da qualche anno, in ambito oratoriale, scrivo le commedie e faccio da regista ma non ho preparazione teatrale, sono un “orecchiante”… sicuramente non sono in grado di insegnare la tecnica, poi consiglio a quelli che vogliono migliorarsi di andare in qualche scuola. Ogni tanto li ammazzerei, comunque, e devo scrivere una commedia dove ad uno ad uno li faccio crepare tutti, come Agatha Christie. 🙂

        Liked by 1 persona

      2. 🙂 ahahaha! Con i ragazzi ci vuole pazienza, ma poi danno tante soddisfazioni perché hanno la fortuna di aver ancora quella spontaneità che a volte crescendo si va perdendo….cmq complimenti è molto bello quello che fai!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...