Tanto la vita va come c…o gli pare: calcolare la propria sorte con l’arte cinese Suan Ming 算命

Gira e rigira, è sempre più una questione di casualità.
Come nella tragedia greca antica dove al “fato” non ci si poteva sottrarre.

A volte mi rendo conto che nonostante gli sforzi e la volontà di andare verso una direzione, le cose vanno esattamente dalla parte opposta. Non è che deviano un pò, no, esattamente al contrario, ma com’è possibile? Dove sto sbagliando?
Mi vien da chiedermi.

Ho come la sensazione, col passare degli anni, di rivivere continui dejavu, nel lavoro, nelle relazioni sentimentali, nei rapporti con gli altri. Sempre le stesse paure, sempre gli stessi errori e nonostante la continua meticolosa “auto- psicoanalisi” che mi porta ad essere ogni giorno più ansiosa e insicura, continuo ad inciampare sui miei piedi.

Quindi basta, sul serio, basta. Basta con le paranoie e preoccupazioni, basta con le speranze o con i continui obbiettivi da raggiungere, le aspettative fasulle e i confronti distruttivi.

Basta.

E’ ora di vivere giorno per giorno come viene seguendo l’intuito e facendo cosa mi pare. Al diavolo il giudizio altrui, al diavolo lo stress del lavoro e l’insoddisfazione. Non che avessi particolari ambizioni, ma sicuramente sapevo ciò che non avrei mai voluto fare. Poi l’ho fatto. “Mai dire mai”.

Non è da tutti riuscire ad ottenere esattamente il contrario di ciò che si desidera. Bisogna impegnarsi! Certo che la vita è così assurda e paradossale….

Ho trovato questo articolo sulla Stampa (un art. del 2011) che parla proprio della differenza tra Fato, Destino e Karma.

Secondo l’arte cinese di calcolare la propria sorte “Suan Ming 算命“, il destino di una persona è determinato da 4 fattori:

1- Il Destino del Cielo (30%), che rappresenta il disegno cosmico in cui siamo inseriti

2 -Il Destino della Terra (30%), che rappresenta l’ereditarietà, i cromosomi, in generale i condizionamenti della natura

3 -Il Destino dell’Uomo (30%), che rappresenta il libero arbitrio o la capacità dell’uomo di determinare il proprio futuro

4 -L’educazione e la fortuna in senso generale (10%): questo è il contributo del contesto in cui si vive, della società a cui si appartiene

Quindi il 70% della sorte di un individuo è già definito dalla condizione di nascita e dall’educazione ricevuta. Solo un 30% di libero arbitrio. Bè, non è male ripensandoci.

Allora possiamo affermare che la vita non va proprio come c…o gli pare, va come c…o gli pare al 70%. Che uno ci possa credere o meno, mi sembra una teoria abbastanza plausibile.

Ciò potrebbe spiegare perché le cose non vanno sempre come vorremmo, ma aggrappandosi a questo consolatorio 30% , si ha ancora da sperare.

Immagino questo 30% come la porticina minuscola che Alice nel Paese Meraviglie deve attraversare. Manca solo la scatolina coi biscotti con scritto sopra “Mangiami”.

Poi è fatta.

 

Annunci
Srtrz

Appassionata di teatro, poesia, fotografia e viaggi. La testa fra le nuvole e i piedi....pure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...