TRIBE: lo spettacolo di teatro fisico della Compagnia Temper Theater

L’Edimburgo Fringe Festival è stato un piccolo sogno che si è realizzato.
Ho soggiornato nella capitale scozzese solo 5 giorni. Dal 07/08 al 12/08, posso dire di aver goduto solo di una piccola parte del Fringe, ma è stata comunque una bellissima esperienza.

Ph Roberto Giampaoli

Per prima cosa ci inoltriamo nella Royal Mile, la strada principale, dove ad ogni angolo artisti provenienti da tutto il mondo si esibiscono dalla mattina alla sera. Giocolieri, cabarettisti, musicisti, cantanti. Da perder la testa.

Ph Roberto Giampaoli

Volantini d’invito ai vari spettacoli che ci svolazzano in continuazione davanti agli occhi. “Ok, thank you”. Sono entrata in Royal Mile da 10 minuti e ho già in mano una decina di depliant. Gli spettacoli per strada sono gratuiti a offerta libera, mentre quelli dislocati nei vari teatri e spazi della città sono a pagamento.

I prezzi oscillano dai £ 7 ai £ 15, l’App. del Fringe a questo punto diventa indispensabile per districarsi tra tutti gli inviti e farsi un’idea di cosa scegliere. Escludiamo il cabaret in scozzese, il risultato sarebbe che non avremmo capito nulla. Mentre sfoglio i volantini e consulto l’app. contemporaneamente quattro giovani ragazzi in mezzo alla Royal Mile attirano la mia attenzione. Sono gli attori della compagnia Temper Theater. Ci piacciono, ok, ci hanno convinti andiamo a vederli.

Ph Roberto Giampaoli


Temper Theater è il nome della compagnia, TRIBE il titolo dell’esibizione.

Mi rendo subito conto di assistere ad uno spettacolo innovativo. Musica e movimento, teatro fisico, poche parole, sussurri. Gira tutto attorno al tema della vita frenetica di ogni giorno, il lavoro, la carriera.
Gli animi che si perdono nello stress quotidiano, ma che alla fine si spogliano delle loro camicie bianche, delle loro cravatte ben stirate, delle scarpe col tacco e danzano liberi nello spazio.

Il significato si sprigiona tra i suoni, la gestualità e la mimica ed è incredibilmente forte e vero.
Davvero una bella emozione, gli attori giovani e bravi, la regia fantastica.

Ph Roberto Giampaoli

Comincio a rendermi conto che in Italia non avrei mai potuto assistere ad uno show del genere: 200 persone, milioni di applausi. Scopro navigando sul web che hanno già partecipato al Fringe nel 2015, prossima tournée il Perù.

Ecco qui il trailer del loro spettacolo 😉

Annunci
Srtrz

Appassionata di teatro, poesia, fotografia e viaggi. La testa fra le nuvole e i piedi....pure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...