Spunti dal libro “Io viaggio da sola” di Maria Perosino

“Io viaggio da sola” è il libro di Maria Perosino che ho appena terminato di leggere e che consiglio vivamente  a tutte quelle donne che per un motivo o per l’altro non hanno mai intrapreso un viaggio in solitaria.

E’ un libro ironico, divertente, ma soprattutto un invito a partire, a fare la valigia e andare. Confermata, come sempre, la mia teoria che i libri non arrivano mai per caso, (nonostante questo sia stato un regalo di una persona che mi conosce da poco e che probabilmente ha già capito molte cose di me…).

Tra poco arriveranno anche le mie ferie. Dal 5 settembre. Quando ad aprile ho dovuto comunicare il piano ferie non pensavo che passare il mese di Agosto in Azienda sarebbe stato così lungo e pesante, ma devo farmi forza, non manca molto.

Il 1° settembre mi aspetta il mio primo trasloco da single e poi con quei pochi euro rimasti finalmente la mia prima uscita in solitaria. Semi organizzata, al 100% low cost: ostello, bla bla car.

travel alone

Ciò che mi preoccupa di più data la mia natura “svampita” è di perdere i documenti o il bancomat o il telefono. Il trio fondamentale e indispensabile per la sopravvivenza. O magari scoprirò che avere sempre lo smartphone appicicato al sedere forse non è così fondamentale. Sono già stata derubata in passato, a Berlino, in ostello, mentre dormivo…questa era stata proprio sfiga. Fortunatamente non ero sola, altrimenti a quest’ora starei ancora vagando per il Tiergarten mendicando 🙂

Ho prenotato l’ostello per 10/09…dove? Alla fine ho optato per Venezia, (preziosi i consigli della Perosino in questa scelta).

Città d’arte vicina, ma non troppo, conosciuta, ci sono già stata qualche giorno tre anni fa, ma ancora da esplorare. M’incuriosiva la Biennale d’Architettura e poi ho trovato un ostello conveniente, dettaglio fondamentale e penso che con bla bla car di domenica non sarà difficile trovare un passaggio.

Sicuramente a molti di voi sarà già capitato di partire da soli, a me no. E’ la prima volta. Dopo 11 anni di vita di coppia. Ok, magari ho fatto dei viaggi da sola, ma sempre  per raggiungere qualcuno: fidanzato, amici, parenti. Mai così. Ora parto per raggiungere… me stessa, waw che frase a effetto! Non ci crede nessuno! Scherzi a parte…parto senza aspettarmi nulla, con un pò di dubbi e timori, qualche etto di ansia e tanta voglia di vivere nuove esperienze.

Un nuovo inizio, un nuovo capitolo. Mettere un punto non è stato semplice, ma andare a capo sarà tutta un’altra storia.

Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta:
cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente,
dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perchè.
I loro desideri hanno le forme delle nuvole.

Charles Baudelaire

 

Annunci
Srtrz

Appassionata di teatro, poesia, fotografia e viaggi. La testa fra le nuvole e i piedi....pure.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...